Food No Food Sinergy: la soluzione personalizzata alle vostre esigenze di engineering.

food no food logo
shadow shadow

Soluzione 9:
RF50 - Congelatore Criogenico Dinamico

Rf50 è la soluzione ottimale per chi utilizza e trasforma plasma derivati e necessita di incrementare la produzione senza variare il livello di sicurezza igienico aziendale.

La fase di peeling ha da sempre rappresentato un punto nevralgico nella lavorazione dei plasma derivati. Rf50 ti aiuta a superare questa fase delicata ed incrementa la produttività in tutta sicurezza.

Il processo avviene con un impianto composto da macchine specificatamente eseguite per questa attività, realizzate con materiali nobili ed ottemperanti alle più ristrette normative igieniche e di sicurezza.

Date le sue caratteristiche di sicurezza, l’impianto è inserito in un ambiente che non richiede classi di purezza particolarmente elevate e può lavorare completamente in automatico, senza l’apporto dell’operatore. L’operatore può comunque intervenire nel processo in qualsiasi momento.

La manutenzione è semplificata dalla metodologia di esecuzione dell’impianto: poche macchine, eseguite con il minor numero di parti possibili, tutte realizzate con materiali specifici, lubrificati a vita e facilmente smontabili.

Per le parti più pesanti, l’impianto è stato dotato di un paranco di servizio.

anteprima RF50

Le fasi di lavoro di RF50 sono cinque:

  1. carico;
  2. sanificazione;
  3. elevazione ed orientamento;
  4. infragilimento;
  5. scarico.

Tutte queste operazione avvengono con tre macchine che occupano uno spazio molto ridotto sul quale si mantiene un elevato livello di controllo ambientale.

1. Carico

RF50: carico

Questa fase può essere realizzata in manuale o in automatico.

In entrambi i casi, il carico può avvenire nel medesimo ambiente di lavoro o, più convenientemente, in ambienti separati, aventi classi di lavoro differenti.

 

 

2. Sanificazione

RF50: sanificazione

Questa fase può avvenire in due modalità: con un tunnel a raggi UV (vedi foto) o con un bagno in liquido detergente.

La seconda possibilità richiede anche una fase di asciugatura.

 

 

3. Elevazione ed orientamento

Essendo il bagno infragilitore ad altezza di lavoro, occorre elevare le sacche per poi farle cadere all’interno del bagno.

RF50: elevazione

Questa fase è altresì utilizzata per orientare il prodotto ed ottenere una performance migliore in fase di carico del bagno.

L’operazione avviene tramite un elevatore intelligente dotato di sensoristica in continuo colloquio con gli strumenti di supervisione dell’impianto.

 

 

4. Infragilimento

L’infragilimento delle sacche viene effettuato con un bagno criogenico dinamico.

RF50: infragilimento

Le sacche cadono all’interno del bagno, vengono trattenute per il periodo di tempo necessario all’infragilimento e scaricate all’operatore.

Il bagno è dotato di controlli atti ad assicurarsi l’efficienza del bagno, nonché la sicurezza dell’ambiente e degli operatori addetti.

 

 

5. Scarico

Lo scarico del prodotto già trattato e pronto per la lavorazione, avviene in un’ambiete separato da quello del processo, in tutta tranquillità e sicurezza.

Così per come è stato concepito, RF50 rappresenta un ottimo risultato nel campo del crio-infragilimento; l’elevato grado di igiene, pulibilità, efficienza, nonché la notevole flessibilità produttiva ne fanno un esemplare unico nel suo campo.

RF50 nella versione standard congela fino a 4000 sacche/ora con una variazione pari a 50%.

 

 

shadow shadow

Copyright © 2004-2013 Food No Food Sinergy

Sito sviluppato da webmaster@foodnofood.it

shadow shadow